Fabulamundi. Playwriting Europe

Beyond Borders?
Un progetto per la promozione e il sostegno della drammaturgia contemporanea in Europa a cura di PAV
Italia, Francia, Germania, Belgio, Inghilterra, Romania, Spagna, Austria, Repubblica Ceca, Polonia
www.fabulamundi.eu

Fabulamundi. Playwriting Europe è un progetto di cooperazione che vede coinvolti teatri, festival e organizzazioni culturali in Europa, con lo scopo di sostenere, promuovere e divulgare la drammaturgia contemporanea dei paesi coinvolti.

Il progetto è stato finanziato tre volte dalla Commissione Europea, grazie ai fondi del Culture Program 2007 – 2013 e di Creative Europe 2014 – 2020, e nel 2017 ha vinto la Call di Creative Europe 2017 – 2020 come progetto di cooperazione su larga scala.

Fra il 2013 e il 2016 Fabulamundi. Playwriting Europe ha raggiunto 5 nazioni e 13 città, consolidando una rete di 16 festival e teatri. In totale, sono stati selezionati 96 autori in Europa e  sono state rappresentate oltre 200 letture e produzioni di testi teatrali tradotti nei diversi paesi, con oltre 60 incontri con gli autori e masterclass, in collaborazione con le università e le scuole di teatro; è stato realizzato un sito in 6 lingue e un catalogo online degli autori con biografie, sinossi e estratti dei testi.

Il network vuole promuovere e sostenere la drammaturgia contemporanea in Europa, rafforzando le attività di chi opera nel settore e offrendo agli autori teatrali opportunità di network, incontri internazionali e sviluppo professionale.

Fabulamundi. Playwriting Europe è uno dei 15 progetti di promozione finanziati dal Ministero dei Beni delle Attività Culturali e del Turismo.

Banner Facce DEF

  • I PARTNER DEL PROGETTO

Nel 2017 accanto a Italia, Germania, Francia, Romania e Spagna si sono aggiunte le drammaturgie di Austria, Polonia e Repubblica Ceca.

Attualmente i partner di Fabulamundi sono 15, in 10 paesi europei: in Italia PAV – Project Coordinator, Area06/Festival Short Theatre, Teatro i; in Francia La Mousson d’Été e Théâtre Ouvert; in Germania InterkulturelleS Theaterzetrum Berlin E.V.; in Spagna Fundació Sala Beckett/Obrador Internacional de Dramaturgia; in Romania Teatrul National Targu Mures e Teatrul Odeon; in Austria Wiener Wortstaette; in Polonia Teatr Dramatyczny m.st. Warszawy; nella Repubblica Ceca Theatre Letì; in Belgio Culture Action Europe; in Inghilterra Creative Skillset e Performing Arts Network and Development Agency – PANDA.

Oltre alle strutture partner del progetto, sono numerosi anche i partner associati: in Portogallo il Teatro Nacional D. Maria II; in Scozia il Royal Liceum Theatre Company; in Bosnia Erzegovina il MESS Festival; in Turchia la Platform Theatre Company; in Ungheria il National Theatre di Miskolc e il Vigsinghaz Theatre; in Slovacchia il Slovack National Theatre; in Islanda il Reykjavik City Theatre; in Finlandia il Nordic Drama Corner.

Mappa Fabula Definitiva

LE PRECEDENTI EDIZIONI DEL PROGETTO

  • La prima edizione di Fabulamundi si è svolta nel 2012 come edizione “pilota”, nella quale sono state realizzate 8 letture sceniche di testi italiani accompagnate da incontri tra gli autori e il pubblico in Spagna, Germania e Romania.
  • Nel 2013-2014, Playwriting Europe ha vinto il finanziamento del Programma Cultura 2007 – 2013 e ha coinvolto autori e testi di 5 paesi – Italia, Romania, Spagna, Francia e Germania – in una riflessione sul tema “The dangerous opportunity”. Il progetto ha avuto luogo in 13 città, producendo la traduzione di 53 testi rappresentati sotto forma di mise en espace in 43 occasioni e promuovendo 53 incontri aperti al pubblico sulla drammaturgia contemporanea. Attraverso i testi di 36 autori selezionati, ben 120 tra attori e registi sono stati coinvolti nelle attività di Fabulamundi dando così al testo scelto visibilità e raggiungendo un pubblico molto eterogeneo. Il prodotto finale di un biennio di lavoro è stato la realizzazione di alcune pubblicazioni, tra cui ricordiamo la raccolta di testi pubblicata in Germania dal titolo Scène, e l’e-book italiano con 5 testi tra quelli prodotti da Fabulamundi intorno al tema “The dangerous opportunity”.
  • La terza edizione di Playwriting Europe, dal titolo Crossing Generations, è stata sostenuta dal programma Creative Europe dell’Unione Europea e dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. Le attività di Fabulamundi hanno avuto luogo da giugno 2015 fino a novembre 2016 in Francia, Germania, Italia, Romania e Spagna, con produzioni di spettacoli e di mise en espace, traduzioni, incontri, workshop, masterclass e pubblicazioni. In totale sono stati tradotti 38 testi, sono state realizzate 32 residenze artistiche, 47 mise en espace, 14 produzioni, coinvolgendo 250 artisti in 61 aperture pubbliche. Il catalogo online di Fabulamundi conta ad oggi 188 testi, e sono state realizzate 3 pubblicazioni (2 in Italia e 1 in Romania). Inoltre, sono state realizzate 32 attività formative, fra incontri, masterclass e workshop.

LA NUOVA EDIZIONE:
FABULAMUNDI. PLAYWRITING EUROPE – BEYOND BORDERS?

La nuova edizione di Fabulamundi prevede la moltiplicazione delle attività previste a sostegno della diffusione dei testi degli autori contemporanei che saranno selezionati, della crescita professionale dei 120 autori coinvolti in tutta Europa, dell’attività di networking con le altri reti di promozione di drammaturgia contemporanea presenti in Europa.

Sin da principio la principale finalità di Fabulamundi è stata quella di disegnare un processo che fosse replicabile e che si fondasse su 3 pilastri: sinergia,  formazione e professionalizzazione dei drammaturghi e audience development. FABULAMUNDI PLAYWRITING EUROPE – Beyond borders? prosegue questo percorso con il supporto di nuovi partner che offriranno un contributo determinante in tal senso.

ATTIVITÀ ARTISTICHE: DALLA SELEZIONE DEGLI AUTORI ALLA SCENA, FINO AL FESTIVAL FINALE

Le attività di Fabulamundi partiranno a giugno 2017 con la selezione di drammaturghi e relativi testi che avverrà attraverso un monitoraggio delle realtà nazionali da parte dei partner coinvolti, siano essi teatri, festival o organizzazioni. I partner si impegneranno a individuare 10 drammaturghi per ogni nazionalità. Nei singoli paesi, verranno attivati dei comitati di lettura di supporto alla scelta dei testi da tradurre e da rappresentare. Il criterio dell’autonomia della scelta degli autori e dei testi da parte dei partner di progetto è fondamentale, al fine di rispettare le linee culturali, teatrali, drammaturgiche di ogni singolo partner, di ogni contesto pedagogico e di fruizione.  Una volta individuati, gli autori saranno invitati a partecipare a residenze, a collaborare con gli attori e i registi che lavorano sui loro testi, a prendere parte con loro agli incontri con il pubblico, a tenere delle masterclass per gli studenti in collaborazione con un network di accademie, scuole e università. Tali attività contribuiranno a creare un network di giovani artisti che durante il progetto abbiano la possibilità di incontrarsi, di discutere e confrontarsi, di rafforzare le relazioni ed eventualmente creare nuove collaborazioni.

A fare da fil rouge alle numerose azioni che Fabulamundi proporrà a partire da gennaio 2018 e per tutta la durata del progetto sarà un tema oggi fortemente centrale in tutti i paesi d’Europa: Beyond borders? che verrà declinato in ogni direzione possibile, con l’obiettivo pedagogico e artistico di offrire ai partecipanti un’esperienza di teatro che si contamini con la vita; nella convinzione che il teatro sia uno strumento di lettura del proprio tempo.

FABULAMUNDI PLAYWRITING EUROPE – Beyond borders? si concluderà con un Festival finale che restituirà le produzioni più efficaci del progetto e coinvolgerà tutti i direttori e i programmatori delle 23 organizzazioni coinvolte.

NETWORKING E COMUNICAZIONE INTERNAZIONALE

Panda, società di comunicazione e networking basata in Gran Bretagna, svolgerà un ruolo chiave nell’implementazione di strumenti di condivisione e nella messa a punto di attività che consentano di rafforzare la sinergia tra i partners e con le altri reti di promozione di drammaturgia contemporanea presenti in Europa. Fondamentale per le attività di networking sarà lo sviluppo di una piattaforma web che, oltre a promuovere le diverse attività di Fabulamundi, costituirà un catalogo online delle drammaturgie dei diversi paesi.

FORMAZIONE

Altro partner strategico è Creative Skillset, società inglese leader nel settore della formazione culturale, che si impegnerà nel disegnare un metodo di formazione dei drammaturghi che possa rappresentare un modello da diffondere in tutta Europa. Al contempo, tenuto conto della peculiarità del lavoro artistico, e sulla base dell’esperienza delle organizzazioni partecipanti, il progetto si avvarrà di un approccio di apprendimento tra pari, creando momenti di confronto e collaborazione tra gli autori coinvolti. Il metodo di formazione proposto da Fabulamundi  combinerà dunque le competenze e la guida dei professionisti con un sistema di apprendimento fondato sullo scambio tra pari.

AUDIENCE DEVELOPMENT

Il progetto Fabulamundi ha sempre avuto un’attenzione particolare al tema dell’audience development, tema cruciale nell’ambito delle politiche culturali europee degli ultimi anni. Per questo motivo, la nuova edizione prevede un’attività trasversale e specifica sul tema dell’audience development, che sarà svolta dal partner Culture Action Europe (CAE), rete europea che raccoglie più di 100 organizzazioni attive in tutti i settori dell’arte e della cultura e circa 50 soci individuali. Al termine del progetto, CAE produrrà un documento dal titolo “AD strategies for drama organization – Fabulamundi case study”, nel quale si darà conto del processo svolto durante i quattro anni di lavoro, delle criticità emerse e dei risultati conseguiti.