Giacomo Bisordi

Regista

Giacomo Bisordi

Giacomo Bisordi, dopo aver conseguito la laurea specialistica in Scienze e Tecnologie Biomolecolari con indirizzo neurofisiologico all’Università di Pisa, si è diplomato in regia all’Accademia Nazionale D’Arte Drammatica “Silvio D’Amico”.
Dal suo battesimo sul palcoscenico del Teatro Argentina come assistente alla regia per Gabriele Lavia, ha lavorato per Teatro di Roma, Teatro della Toscana, Accademia “Silvio D’Amico” e Centro Teatrale Santa Cristina; ha assistito, tra gli altri, Peter Stein, Giorgio Barberio Corsetti, Veronica Cruciani, Eleonora Danco, Matthias Langhoff e Thomas Ostermeier.
Dal 2016 collabora assiduamente con Massimo Popolizio, partecipando a produzioni quali Ragazzi di vita, Un nemico del popolo, Furore e al suo debutto in opera con I Masnadieri di Giuseppe Verdi, prodotto dal Teatro dell’Opera di Roma.
Sempre in campo operistico, è stato aiuto regista per Valentino Villa ne La Traviata di Verdi all’interno del progetto Trilogia Popolare di Francesco Micheli al Maggio Musicale Fiorentino.
Da Gennaio 2019 è collaboratore fisso di Milo Rau, della sua compagnia International Institute of Political Murder (IIPM) e del teatro da lui diretto, NTGent. È stato aiuto regista e dramaturg nel film Il Nuovo Vangelo (2019), per il progetto Against Integration per il Wiener Festwöchen 2020.
Come regista ha messo in scena prevalentemente autori di drammaturgia contemporanea: Brad Fraser, Steven Berkoff, Penelope Skinner e Martin Crimp. Il suo ultimo progetto è una produzione del Teatro di Roma – Teatro Nazionale, Uomo senza mèta del norvegese Arne Lygre, previsto per il Teatro Argentina nella stagione 2020/2021.