Alessandro Camera

set designer

Alessandro Camera

Finiti gli studi presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, deve la sua formazione professionale e artistica grazie alle collaborazioni con Luciano Damiani e William Orlandi.
Per il teatro di prosa firma Scene da un matrimonio di Bergman, Macbeth di Shakespeare, Danza di morte di Strindberg, Il malato immaginario di Moliere e I masnadieri di Schiller, regie di G. Lavia. Madame Bovary da Flaubert e Maria Stuarda di Schiller, regie di Giancarlo Sepe. Con le regie di Glauco Mauri Variazioni enigmatiche di Schmitt, Il Volpone di Ben Jonson, Il Bugiardo di Goldoni e Delitto e castigo di Dostoevskij oltre a Musicals come Flashdance, Cabaret e Sweet Charity per le regie di Saverio Marconi. In campo lirico Nabucco, Aida e Rigoletto di Verdi e Il Trittico di Puccini al Teatro Massimo di Palermo, Luisa Miller di Verdi e Le Roi de Lahore di Massenet (Teatro La Fenice di Venezia), Rigoletto e Manon (Opera de Lausanne), La Traviata (Opera di Praga), Falstaff e Rigoletto (Teatro San Carlo di Napoli), Carmen di Bizet (Finnish National Opera di Helsinki), Pikovaja Dama di Tchaikovsky (Theatre du Capitole di Toulouse) e Manon di Massenet (Opera de Lausanne), queste ultime con le regie di Arnaud Bernard.
Intensa la collaborazione con Gabriele Lavia, per la sua regia ha recentemente firmato le scene de Il padre di Strindberg, L’uomo dal fiore in bocca di Pirandello, Vita di Galileo di Brecht (Teatro della Pergola – Teatro stabile di Torino). Elettra di Sofocle al Teatro Greco di Siracusa, I Pilastri della Società di Ibsen (Teatro Argentina di Roma e Teatro Strehler di Milano), Tutto per bene, La trappola e Sei personaggi in cerca d’autore di Pirandello, Attila di Verdi (Teatro alla Scala di Milano), Don Giovanni di Mozart (San Francisco Opera), Giovanna d’Arco di Verdi (Festival Verdi di Parma e ABAO di Bilbao), Nozze di Figaro, Don Giovanni e Così fan tutte di Mozart (Suntory Hall di Tokyo), Salomè di R. Strauss (Teatro Comunale di Bologna), I masnadieri (Teatro San Carlo di Napoli e La Fenice di Venezia) e Artaserse di Hasse (Festival della Valle d’Itria). Recentemente Manon di Massenet Opera de Monte Carlo e I Capuleti e i Montecchi di Bellini (Teatro Filarmonico di Verona – Royal Opera di Muscat – Athens Megaron Music Hall e Opera de Oviedo), Der Rosenkavalier di R.Strauss all’NCPA di Beijng per la regia di Gilbert Deflo e il balletto Romeo e Giulietta di Prokof’ev all’Opera Națională București con le coreografie di Renato Zanella oltre all’inaugurazione del nuovo Teatro dell’Opera di Xi’an – Shaanxi Opera House con la Turandot di Puccini regia di Fabio Sparvoli.
Prossimamente La Traviata di Verdi, regia Lorenzo Mariani, per l’Opera di Roma – Caracalla in coproduzione con il Teatro Regio di Torino dove firmerà anche Madama Butterfly di Puccini. La Sonnambula di Bellini all’NCPA di Beijing con la regia di Gilbert Deflo, I Giganti della montagna di Pirandello con la regia di Gabriele Lavia, Dama di Picche per l’inaugurazione di stagione alla Den Norske Opera di Oslo e la creazione Mata Hari, balletto con le coreografie di Renato Zanella al Koren National Ballet di Seul.

2004 Nomination “Olimpici del Teatro” miglior costumista “Il bugiardo” regia G.Mauri
2007 “Premio Gassman” come miglior scenografo per “Delitto e Castigo” regia G.Mauri
2008 Nomination “Le maschere del Teatro” miglior scenografo “Macbeth” regia G.Lavia
2012 Premio “Le maschere del Teatro” migliore scenografia “Tutto per bene” regia G.Lavia